la vita della regina nell’ippica

fonte sporting life:

https://www.sportinglife.com/racing/news/the-queen-john-ingles-looks-back-at-her-lifelong-association-with-the-sport-of-horse-racing/201125

 

John Ingles ripercorre l’associazione della regina Elisabetta II con lo sport delle corse di cavalli.

L’associazione per tutta la vita della regina con cavalli di tutti i tipi iniziò nella sua prima infanzia quando imparò a cavalcare un pony delle Shetland di nome Peggy, ma fu nei suoi vent’anni quando divenne prima proprietaria di successo – e più tardi, allevatrice – di purosangue. Fu alla morte di suo padre, re Giorgio VI, nel 1952, che la principessa Elisabetta ereditò il Royal Bloodstock e i famosi colori da corsa di viola, treccia d’oro, maniche scarlatte, berretto di velluto nero con frangia d’oro.

Tra i cavalli la nuova regina ereditò uno dei migliori puledri che avrebbe gareggiato a suo nome durante i suoi 70 anni di regno. Solo quattro giorni dopo l’incoronazione della regina nel giugno 1953, Aureole finì seconda a Pinza nel Derby e fu poi finalista dello stesso puledro nel King George VI & Queen Elizabeth Stakes più tardi quell’estate. Ma Aureole ha goduto di una stagione di quattro anni più di successo quando le sue vittorie inclusi la Coronation Cup e Hardwicke Stakes prima di battere il cavallo di alta classe francese Vamos nel re Giorgio ad Ascot, facendo di lui il miglior cavallo della sua età in Europa oltre un miglio e mezzo. Ci possono essere poche discussioni ha detto Racehorses del 1954, che ha dato Aureole un punteggio di 132, ‘che è il miglior cavallo per portare i colori reali dal Sun Chariot nel 1942’, riferendosi alla fine del re 1000 Guineas, Oaks e St Leger vincitore. Aureole ha continuato ad essere un campione sire.

Il successo di Aureole nel 1954 contribuì a far diventare la regina proprietaria di quell’anno, un titolo che vinse di nuovo solo tre anni dopo, quando celebrò la sua prima vittoria classica dopo che Carrozza vinse gli Oaks. Carrozza fu tra i cavalli allevati dalla National Stud e affittati alla Regina per le corse, un accordo che continuò fino alla fine del decennio successivo. Nello stesso anno, 1957, un’altra puledra di tre anni di grande successo a correre nei colori reali era Almeria, vincitore del Ribblesdale Stakes, Yorkshire Oaks e Park Hill Stakes. In quelli che furono anni di particolare successo come proprietaria nei primi anni del suo regno, la regina vinse il suo secondo classico solo un anno dopo, quando Pall Mall vinse la Guineas del 2000.